Nuovo Container SACE Emax 2

Facilità d’utilizzo

Il cliente

Drillmec è leader internazionale nella progettazione, costruzione, messa in servizio e manutenzione di impianti petroliferi di perforazione sia tradizionali che idraulici, fino a quelli mobili o per installazioni offshore con potenze fino a 3000hp e profondità fino a 10.000m.

La sfida

Realizzare un impianto di perforazione da installare nel Sud d’Italia, in un tempo estremamente ridotto: 6 mesi complessivi dalla progettazione alla messa in servizio garantendo una soluzione della più elevata qualità, in termini di affidabilità del sistema e costi di esercizio.
L’impianto di estrazione di idrocarburi raggiunge la profondità di 8000 metri, ed è alimentato alternativamente dalla rete elettrica o da n°5 generatori di bassa tensione da 1500 kVA in parallelo, che permettono di minimizzare il rischio di fermo impianto, ma innalzano il livello di corto circuito a 80kA a 600V.

La soluzione ABB

Attraverso le conoscenze e le competenze impiantistiche di Elettron, importante quadrista del Nord Italia, sono stati selezionati componenti di elevatissima affidabilità, che permettessero una straordinaria flessibilità e facilità di installazione, per poter essere installati negli spazi ridotti di un container trasportabile su gomma.
Sono stati impiegati N° 5 E2.2H 1600A tripolari in esecuzione estraibile con Ekip G Hi-Touch a protezione dei generatori di bassa tensione, installati nelle colonne System Pro E Power da 400mm, che hanno permesso di risparmiare 1.000mm di spazio lineare rispetto alle soluzioni tradizionali.
Grazie ai terminali orientabili con cui Emax 2 è fornito di default è stato possibile iniziare la costruzione del quadro nelle fase preliminari quando il sistema sbarre non era ancora definito, recuperando tempo importante sulla costruzione del container.

Select region / language