Al COP 24 ABB promuove le tecnologie per salvare il clima

La tecnologia è la chiave per gestire il mondo senza consumare la terra. Questo è il messaggio principale che ABB sta portando alla conferenza sul clima COP24, che si tiene dal 2 al 14 dicembre 2018 a Katowice, in Polonia.

 La COP24 riunisce i leader mondiali per decidere sull'attuazione delle misure per raggiungere gli obiettivi climatici. Alla conferenza di quest'anno, i rappresentanti di ABB incoraggeranno l'adozione rapida e tempestiva di tecnologie pulite per ridurre il consumo energetico, oltre a condividere competenze e idee sulle tecnologie necessarie per affrontare il riscaldamento globale.

La delegazione di ABB, guidata dall'amministratore delegato di ABB Poland, Pawel Lojszczyk, sosterrà che il mondo può fare molto per raggiungere l'obiettivo climatico dell'accordo di Parigi, concordato nell’ambito di COP21 nel 2015, aggiornando le infrastrutture obsolete e implementando le tecnologie esistenti.

"Abbiamo già molte tecnologie per consentire la transizione verso un sistema energetico a basse emissioni di carbonio, migliorare l'efficienza e la produttività industriale e creare città e sistemi di trasporto sostenibili", ha affermato Pawel Lojszczyk. "Se dovessimo implementare queste tecnologie in via prioritaria, saremmo molto più vicini a raggiungere l'obiettivo di Parigi di limitare il riscaldamento globale a meno di due gradi Celsius".

Opportunità per limitare il consumo di energia

La più grande opportunità a breve termine per ridurre il consumo energetico è sostituire motori elettrici inefficienti con modelli più recenti che sono in grado di regolare la loro velocità in base al carico. Se questo fosse fatto con tutti i 300 milioni di motori in servizio oggi, il consumo globale di energia potrebbe essere ridotto del 10 per cento – equivalente alla produzione di circa 300 centrali nucleari. Nella maggior parte dei casi, i nuovi motori si ripagherebbero da soli entro un breve lasso di tempo grazie a bollette energetiche più basse.

Motore ABB collegato al sensore intelligente Ability™ di ABB, che fornisce dati chiave sulle condizioni e sulle prestazioni del motore.
Motore ABB collegato al sensore intelligente Ability™ di ABB, che fornisce dati chiave sulle condizioni e sulle prestazioni del motore.

Un'altra opportunità di primaria importanza che ABB sta evidenziando nel corso di COP24 è il settore dell'e-mobility, di cui il Gruppo è stato pioniere nel comparto ferroviario, navale e, più recentemente, stradale come fornitore leader a livello mondiale di stazioni di ricarica rapida per veicoli elettrici, con oltre 8.000 carica batterie rapidi installati in 68 Paesi. Per le reti di bus, ABB è stata pioniera delle soluzioni di "opportunity charging", che offrono una ricarica ad alta potenza tramite una connessione rooftop automatizzata. Con tempi di ricarica di 3-6 minuti, il sistema può essere facilmente integrato nelle reti di autobus già esistenti installando carica batterie presso capolinea, terminali e fermate intermedie.

Una seconda innovazione è la ricarica ultra rapida di ABB, che ricarica la batteria dei bus in circa 20 secondi, mentre i passeggeri salgono e scendono. Impiega meno di 1 secondo, il tempo di connessione più veloce al mondo per tale applicazione, per connettere il bus al punto di ricarica posizionato sul tetto a fermate selezionate, ricaricando le sue batterie. La tecnologia è già stata adottata a Ginevra e Nantes ed è stata mostrata al vertice del World Economic Forum di Davos a gennaio di quest'anno.

ABB è il principale fornitore a livello mondiale di stazioni di ricarica rapida per veicoli elettrici, con oltre 8.000 carica batterie rapidi installati in 68 paesi.
ABB è il principale fornitore a livello mondiale di stazioni di ricarica rapida per veicoli elettrici, con oltre 8.000 carica batterie rapidi installati in 68 paesi.

Le attività di ABB in Polonia svolgono un ruolo importante nello sviluppo e nella produzione delle sue tecnologie pionieristiche. La Polonia è sede di uno dei sette Corporate Research Centers di ABB e conta circa 8.000 dipendenti a livello nazionale, di cui 2.900 in 12 stabilimenti di produzione in tutto il Paese. Le apparecchiature ABB sono installate in quasi tutte le strutture energetiche cruciali della Polonia, comprese le regioni chiave del sistema di trasmissione del Paese, nonché nei principali impianti di produzione e nelle infrastrutture ferroviarie principali.

ABB ha svolto un ruolo attivo nelle conferenze sul clima della COP dal 2015, quando è stato firmato l'accordo di Parigi. Più della metà dei ricavi globali dell'azienda proviene da tecnologie che affrontano direttamente le cause dei cambiamenti climatici e punta a incrementare tale contributo al 60 per cento entro il 2020. L'impegno della società nella lotta al cambiamento climatico include la limitazione dell'impatto ambientale delle proprie attività e nel 2013 si è prefissato l'obiettivo di ridurre le proprie emissioni del 40 per cento entro il 2020.

In Polonia e in tutto il mondo, ABB ritiene che investendo in tecnologie pionieristiche, possiamo gestire il mondo senza consumare la terra.

Condividi questo articolo

Facebook LinkedIn Twitter WhatsApp