L’interconnessione LitPol supporta l’integrazione delle energie rinnovabili e aumenta la sicurezza della trasmissione

L’interconnessione HVDC tra la Lituania e la Polonia unisce i Paesi Baltici e la rete Europea, favorendo il commercio energetico

La crescente richiesta di integrazione e trasmissione delle energie rinnovabili nella rete elettrica e l’interconnessione di diversi mercati energetici è alla base dei recenti investimenti in sistemi di trasmissione in alta tensione in corrente continua (HVDC). La possibilità di trasmettere grandi quantità di energia su lunghe distanze e con perdite minime, mantenendo al contempo un alto controllo, rende l’HVDC una tecnologia essenziale nello sviluppo dei sistemi energetici con un apporto sempre maggiore di risorse rinnovabili.

Il LitPol Link, che connette le reti elettriche della Polonia e della Lituania, è parte dell’iniziativa dell’Unione Europea denominata Baltic Ring, il cui scopo è quello di unire le reti elettriche di nove Paesi confinanti con il Mar Baltico. Il LitPol Link chiude questo cerchio, letteralmente.

L’interconnessione a 500 megawatt LitPol sfrutta la tecnologia HVDC di ABB in una soluzione denominata “back-to-back” che consente di trasmettere elettricità tra reti di due Paesi. Una connessione convenzionale in corrente alternata non sarebbe un’opzione percorribile poiché le reti elettriche Lituana e Polacca non sono sincronizzate. La tecnologia HVDC supera questo limite fornendo al contempo funzionalità aggiuntive quali l’inversione del flusso dell’energia su richiesta. Le funzionalità di controllo e protezione ABB Ability MACH aumentano l’affidabilità e l’efficienza della rete e di conseguenza genera benefici per proprietari, operatori e consumatori.

L’insieme di diverse fonti di energia comporta molti vantaggi: in caso di scarsità di una risorsa o di costo eccessivo dell’energia, la stessa può essere fornita da risorse più ampiamente disponibili o a migliore mercato. Inoltre, i picchi nella domanda di diverse regioni possono essere risolti attraverso una trasmissione efficiente dell’energia.

Le interconnessioni HVDC, come quella del Baltic Ring, facilitano l’integrazione sempre più ampia di rinnovabili offrendo la possibilità di mescolare energia eolica ed idroelettrica, spesso ubicate in aree distanti dai centri di consumo. Qualora l’energia eolica fosse scarsa, l’idroelettrica può compensare. E vice versa.

ABB è pioniere della tecnologie HVDC con oltre 60 anni di esperienza e 120 progetti all’attivo con una capacità installata totale di oltre 130.000 megawatt, circa la metà della base installata mondiale. ABB è inoltre pioniere e leader di mercato della tecnologia HVDC Light basata su VSC (voltage source converter) con oltre 20 anni di esperienza e 20 dei 26 progetti HVDC forniti in tutto il mondo all’attivo.

Condividi questo articolo

Facebook LinkedIn Twitter WhatsApp