Intelligent Distribution per il controllo della lavorazione del pomodoro di Sardegna

Intelligent Distribution per il controllo della lavorazione del pomodoro di Sardegna

La raccolta dei pomodori e la preparazione della passata di pomodoro avvengono in un breve arco di tempo e per questo gli impianti devono funzionare 24 ore al giorno. Casar, azienda sarda che produce 22 milioni di confezioni di conserve di pomodoro l'anno, ha scelto Intelligent Distribution di ABB per avere il controllo della distribuzione elettrica del suo stabilimento.

Casar Srl è un’azienda che dal 1962 trasforma pomodori coltivati esclusivamente nelle campagne della Sardegna e il suo impianto produttivo di Serramanna (SU) occupa un’area di circa 120.000 metri quadrati, dei quali 31.000 coperti. Nello stabilimento Casar i pomodori di Sardegna vengono lavorati e confezionati freschi entro le 12 ore successive dalla raccolta e quindi gli impianti devono funzionare 24 ore al giorno per poter lavorare le grandi quantità raccolte. I pomodori vengono infatti raccolti su 330 ettari che forniscono circa 400.000 quintali. Per Casar è essenziale avere il pieno controllo degli impianti produttivi a partire dall’energia elettrica che li alimenta.

In passato era necessario presidiare gli impianti in maniera continuativa nei momenti di picco della raccolta e di produzione di pelati e passate. Poter monitorare l’impianto da remoto senza dover essere fisicamente presenti 24/24 sarebbe stato un grosso vantaggio per l’Azienda, unitamente a una maggior sicurezza nella produzione. La ditta Gattermayer Srl con la collaborazione della QService era stata incaricata di effettuare interventi di ammodernamento dell’impianto e conoscendo le potenzialità dell’offerta Intelligent Distribution di ABB ha proposto a Casar l’installazione di due nuovi quadri di distribuzione generale in sostituzione dei quadri presenti divenuti obsoleti.
Per la realizzazione di questi Power Center sono stati utilizzati quadri System Pro E power di corrente nominale 1250 A. System pro E power è il prodotto ideale per realizzare quadri distribuzione. Con questa soluzione è infatti possibile realizzare infinite configurazioni di quadri con un numero limitato di codici con la possibilità di assemblare oltre 100 diverse varianti. 
All’interno di questi quadri sono stati installati i nuovi interruttori scatolati della famiglia Tmax XT con taglia fino a 630A. Per la comunicazione dei parametri elettrici gli interruttori sono stati collegati a moduli Ekip UP. Si tratta di un’unità digitale plug-and-play che permette di trasformare gli impianti di bassa tensione in microreti digitali tramite la connessione del sistema elettrico esistente alla piattaforma di gestione energetica su cloud ABB Ability™ Electrical Distribution Control System.
Ekip UP monitora gli apparecchi verificando che le protezioni siano in funzione correttamente garantendo una rapida diagnostica dei guasti. Inoltre, il modulo offre funzioni di gestione e controllo continuo, dando la possibilità di fare scelte per l’ottimizzazione degli impianti in termini di produttività e costi energetici.
L’architettura dell’impianto è costituita da 6 unità digitali Ekip UP che fanno da master raccogliendo i dati dai 40 interruttori (client) presenti nel quadro. Le unità Ekip UP, gateway per il cloud, inviano le informazioni sullo stato degli apparecchi nella piattaforma cloud ABB Ability™ EDCS, consentendo il monitoraggio completo da remoto dell’impianto di Casar.

Giacinto Gattermayer titolare della Gattermayer Srl spiega così il perché della scelta della soluzione di ABB: “La Gattermayer Srl, con la nuova acquisizione della società QService, è un'azienda moderna operante nel settore della progettazione, realizzazione e installazione di quadri elettrici di media e bassa tensione. La nostra esperienza consolidata ci permette di realizzare quadri elettrici progettati in modo da poter offrire una perfetta sintesi tra tecnologia consolidata e soluzioni innovative. Per soddisfare la crescente richiesta di possibilità di monitorare gli impianti da remoto, anche da smartphone, utilizziamo le soluzioni di ABB. Con gli interruttori di nuova generazione Tmax XT e la piattaforma cloud EDCS siamo in grado di realizzare quadri intelligenti che consentono ai nostri Clienti di controllare i loro impianti da remoto.”

Il cliente Casar ha quindi potuto toccare con mano i benefici offerti anche dalla disponibilità di un “digital twin” del proprio impianto. Grazie alla remotizzazione dei segnali raccolti l’utilizzo della piattaforma EDCS di ABB permette al cliente di essere “virtualmente” sempre sull’impianto e di poter vedere lo stato dei vari dispositivi senza dover attivare un presidio fisso nel periodo di ciclo continuo.

Grazie alla possibilità di monitorare l’impianto da remoto e ricevere allarmi in real-time Casar ha anche potuto tener sotto controllo un elemento critico dei suoi impianti come è il fattore di potenza. La disponibilità in tempo reale del valore del fattore di potenza e la possibilità di ricevere allarmi, ha infatti consentito a Casar di evitare di pagare penali in bolletta per valori di fattore di potenza al di sotto dei limiti consentiti dal distributore di energia elettrica.

E tutto questo anche grazie all‘interfaccia particolarmente intuitiva come il widget “Fattore di potenza” disponibile sulla piattaforma ABB. Gli sviluppatori SW di ABB hanno intuito che gli utenti, essendo abituati all’uso dei widget sugli smartphone, non avranno difficoltà a controllare i parametri di un impianto di distribuzione elettrica se rappresentati per mezzo di questa modalità.

Sulla piattaforma ABB Ability™ EDCS (Electrical Distribution Control System) le informazioni sono disponibili attraverso widget. Inoltre, sempre mutuando l’user experience sui widget, è stato realizzato un sistema che permette all’utente di selezionare i widget che rappresentano le informazioni più rilevanti per lui, realizzando un pannello di controllo (dashboard) che potrà modificare a suo piacimento consentendo di disporre di un report di analisi pronto all’uso. I widget disponibili poi sono innumerevoli e permettono di monitorare con smartphone o tablet i dati sul consumo energetico, guasti o malfunzionamenti, confronti sui dati energetici in periodi diversi, controllo dello stato di connettività e del trasferimento dati al cloud fino ad arrivare all’integrazione anche sui consumi di acqua, gas e calore grazie a contatori connessi al sistema, un pieno controllo del proprio impianto.

Michel Elias, amministratore della Casar insieme ai responsabili tecnici, ha illustrato i vantaggi della soluzione di ABB: “Casar è un'azienda in forte crescita e necessita di impianti tecnologicamente avanzati per garantire la massima produttività unitamente a elevati standard di qualità. Per questo motivo abbiamo deciso di investire sull’ammodernamento degli impianti elettrici. La nostra richiesta era di poter monitorare l’impianto senza dover prevedere una presenza continuativa del personale di manutenzione durante il ciclo di produzione continua. La soluzione proposta dal Gruppo Gattermayer e Qservice ci è sembrata da subito interessante e una volta disponibile ha soddisfatto tutte le nostre richieste. La piattaforma cloud di ABB è intuitiva e semplice e permette anche a noi, che non siamo specialisti, di poter controllare i parametri principali del nostro impianto e di poter attivare azioni correttive in maniera immediata.

Links

Contattaci

Downloads

Condividi questo articolo

Facebook LinkedIn Twitter WhatsApp