Il robot YuMi® di ABB automatizza il collaudo dei Bancomat per servizi bancari più affidabili

YuMi®, il robot collaborativo a due bracci, esegue centinaia di ore di prove per velocizzare lo sviluppo del software per gli sportelli automatici (ATM), aumentando l'affidabilità e la qualità.

YuMi®, il rivoluzionario robot industriale di ABB progettato per svolgere i compiti più complessi con precisione millimetrica e offrire la massima flessibilità lavorando gomito a gomito con gli addetti della fabbrica del futuro, aggiunge una nuova qualifica al suo curriculum: collaudatore di Bancomat.

Per garantire transazioni finanziarie sicure e protette grazie all'adozione dei più avanzati standard di sicurezza, gli sportelli automatici (ATM) ricevono normalmente aggiornamenti software ogni sei mesi. Tuttavia, prima di essere rilasciato, il nuovo codice deve superare test approfonditi e ripetitivi che ne certifichino la conformità alle rigorose specifiche internazionali e regionali di affidabilità, usabilità e sicurezza. Questo collaudo è sempre stato eseguito manualmente, impegnando numerosi addetti per centinaia di ore davanti ai Bancomat, con elevate probabilità di errori umani.

Ora, affidando il compito a YuMi®, la velocità e l'affidabilità dei test sul software degli sportelli sono aumentate notevolmente. La società svizzera di software per pagamenti Abrantix AG ha utilizzato un robot YuMi® di ABB per automatizzare il collaudo degli ATM di Diebold Nixdorf. Il software Abrantix per l'ambiente di collaudo istruisce il robot YuMi® per verificare le operazioni più comuni effettuate su un Bancomat da utenti in carne ed ossa, ad esempio inserimento della tessera, digitazione del codice PIN, prelevamento e deposito di contante.

Il prototipo di YuMi® a due bracci, sviluppato nel quartier generale di Abrantix a Zurigo, in Svizzera, rappresenta una svolta per chi si occupa di testare software per ATM. Il collaudo è accurato al punto che YuMi® è programmato per commettere gli errori più frequenti, ad esempio l'inserimento di banconote fissate con una graffetta, per verificare che il software sia in grado di gestire diverse problematiche.

"In passato i cicli di collaudo erano veri e propri colli di bottiglia e implicavano diversi rischi nel rilascio di un software. Con la nuova soluzione basata su YuMi®, tutto il processo è sotto controllo e gli addetti si possono dedicare a migliorare i test e le procedure o a sviluppare nuove funzionalità, mentre YuMi® si occupa di collaudare gli sportelli ATM," afferma Daniel Eckstein, CEO di Abrantix.

Durante il giorno, gli sviluppatori possono creare nuove funzionalità software che vengono poi testate automaticamente dal robot YuMi® durante la notte. I risultati vengono verificati il giorno successivo, cosicché i collaudatori possono dedicare più tempo ad attività a maggior valore aggiunto.

Marc-Andre Zingg, ABB Robotics Business Line Manager in Svizzera, sottolinea: "Il sistema di collaudo degli ATM sviluppato da Abrantix è esattamente il tipo di processo preciso e collaborativo per il quale è stato progettato il nostro robot YuMi®. Con YuMi®, non solo Abrantix ha la garanzia che il robot possa condividere le attività in piena sicurezza con gli addetti, ma gli sviluppatori software hanno più tempo da dedicare ad attività a maggior valore aggiunto, mentre YuMi® svolge mansioni ripetitive ma estremamente importanti, 24 ore su 24."

L'innovativa procedura di test condotta da YuMi® sugli sportelli Bancomat è solo l'ultima dimostrazione delle grandi capacità della famiglia di robot collaborativi di ABB.  YuMi® è nato per le operazioni di assemblaggio di piccoli pezzi. Viene definito robot collaborativo (o "cobot") perché consente alle aziende di realizzare processi di produzione flessibili compatibili con le esigenze dei mercati moderni. L'instancabile capacità di YuMi® di svolgere operazioni ripetitive con grande precisione (lavori classificabili come "sporchi, noiosi e pericolosi") consente agli addetti di dedicarsi ad attività più importanti, specializzate e concettuali.

Fuori dalla fabbrica YuMi® ha già dato prova della sua flessibilità risolvendo il Cubo di Rubik e preparando il sushi. Nel 2017 ha persino diretto un'orchestra sinfonica in un concerto a Pisa con l'acclamato tenore Andrea Bocelli.

Links

Contattaci

Downloads

Condividi questo articolo

Facebook LinkedIn Twitter WhatsApp