YuMi garantisce qualità e sicurezza senza compromessi

YuMi garantisce qualità e sicurezza senza compromessi

Con YuMi, Sintech automatizza il processo di assemblaggio e collaudo in camera bianca di un componente medicale in collaborazione con LivaNova, multinazionale di apparecchiature per cardiochirurgia.

Per l'assemblaggio di un componente specifico delle centrifughe per la separazione dei componenti del sangue, detto "stelo", LivaNova si è affidata all'esperienza del system integrator Sintech e alle qualità del robot collaborativo YuMi di ABB. 

Il robot YuMi impiegato nell'applicazione sviluppata d ABB, Sintech e Livanova
Il robot YuMi impiegato nell'applicazione sviluppata d ABB, Sintech e Livanova

"Dopo una prima fase di automazione del processo con robot antropomorfi realizzata due anni fa," racconta Claudio Sinico, Sales Manager di Sintech, "l'automazione è stata estesa all'assemblaggio dello stelo, con stazioni di assemblaggio, collaudo e dosatura di solvente che procedono a fasi automatiche e sincronizzate."

LivaNova conta stabilimenti in tutti i continenti, fra i quali l'impianto nel polo biomedicale di Mirandola, in Emilia, è un'eccellenza a livello mondiale per i dispositivi biomedicali per cardiochirurgia, soprattutto ossigenatori, filtri, scambiatori di calore e centrifughe per la separazione dei componenti del sangue. LivaNova effettua ogni giorno consegne a ospedali in Europa e nel mondo: circa 2.600 centrifughe al giorno destinate all'utilizzo immediato nelle sale operatorie in ambiente sterile per interventi di cardio-chirurgia molto delicati, effettuati per la maggior parte a cuore aperto con circolazione extra-corporea del sangue: non ci possono essere compromessi sui livelli di qualità dei dispositivi! YuMi (adottato in questo caso nella versione a due bracci) ha portato maggiore efficienza, automatizzando un processo semi-manuale e maggiore sicurezza per gli operatori che non eseguono più direttamente la dosatura del solvente. Come confermano i tecnici di LivaNova (hanno lavorato al progetto Giulia Sarti, Davide Di Mari, Franko Masllavika, Daniele Roveri del team di ingegneria industriale – ndr), il robot, certificato per operare in camera bianca, è molto semplice da programmare rispetto ai tradizionali modelli antropomorfi, grazie a un'interfaccia più semplice e a una presa di punti immediata che non richiedono competenze specialistiche. Particolarmente apprezzata la semplicità con cui si può accedere e correggere i punti di prelievo, deposito e posizionamento, oltre alla leggerezza e facilità di movimentazione che altri robot non hanno. Infine, grazie a RobotStudio, i tecnici di Sintech possono programmare virtualmente tutto il ciclo di lavoro delle isole robotizzate, simulando le movimentazioni e verificando ogni applicazione in termini di fattibilità e tempi di ciclo.

Informazioni su LivaNova

LivaNova è una società di tecnologia medica globale nata nel 2015 dalla fusione di Sorin Group, quotata alla Borsa di Milano, e dell'americana Cyberonics. Oggi il gruppo genera ricavi pari a circa un miliardo di dollari con stabilimenti in tutti i continenti. Fra questi, l'impianto nel polo biomedicale di Mirandola, in Emilia, è un'eccellenza a livello mondiale per i dispositivi biomedicali per cardiochirurgia, soprattutto ossigenatori, filtri, scambiatori di calore e centrifughe per la separazione dei componenti del sangue, utilizzati nelle sale operatorie per interventi di cardio-chirurgia.

Links

Contattaci

Downloads

Condividi questo articolo

Facebook LinkedIn Twitter WhatsApp