"Attraverso la tecnologia lasceremo un'eredità migliore" - Lucas Di Grassi sullo sviluppo sostenibile

  • Nel nuovo episodio del podcast ABB Decoded, il nuovo ambassador di ABB, il pilota Luca Di Grassi, parla della nostra responsabilità condivisa per creare un futuro più sostenibile
  • Di Grassi condivide il suo punto di vista sul ruolo del motorsport nel guidare la tecnologia e come una piattaforma d'ispirazione
  • Il pilota esprime il suo ottimismo per il futuro con gli ultimi sviluppi tecnologici come la nuove monoposto Gen3 del campionato ABB Formula E

Per il primo episodio del 2022, il pilota brasiliano Lucas Di Grassi si unisce al podcast ABB Decoded. Il nuovo ambassador per la Stagione 8 del campionato ABB Formula E , Di Grassi parla del suo successo nelle corse, di come è arrivato ad vincere il titolo nella stagione 2016-2017, e condivide le sue opinioni sui benefici della tecnologia sostenibile nell'affrontare la sfida del clima.

Convinto del potere dello sport di attirare l'attenzione sulle cause del problema climatico, Di Grassi ha una visione oltre i confini del suo abitacolo e una convinzione di lunga data nel collaborarora per il bene dell'umanità.

Il progresso della mobilità elettrica

Coinvolto nella Formula E fin dall'inizio, Di Grassi ha visto in prima persona i progressi incredibili che sono stati fatti sia in pista che fuori e l'enorme cambiamento nel panorama della mobilità elettrica.

"Nel 2012, quando la Formula E è partita, pochissime persone parlavano di veicoli elettrici e la quantità di auto vendute era trascurabile rispetto al panorama generale. In 10 anni, abbiamo visto una completa rivoluzione. Tutti parlano di auto elettriche e ora rappresentano circa il 10% delle vendite, con tutti i principali produttori già impegnati a produrre praticamente solo veicoli elettrici in un arco di tempo da cinque a dieci anni".

Il pilota Lucas Di Grassi, ambassador ABB, dice:
Il pilota Lucas Di Grassi, ambassador ABB, dice: "È diventato il mio obiettivo di vita avere successo in Formula E e vedere anche la Formula E avere successo".

Il Motorsport è qualcosa di più di una competizione

"Ho sempre visto il motorsport come qualcosa di più di una competizione sportiva. L'ho visto come una piattaforma per le imprese, per l'intrattenimento pubblico e come una fonte di ispirazione.

"Quando è nata la Formula E, ho iniziato a capire che il futuro sarebbe stato elettrico e che avrebbe avuto un impatto sulla qualità della vita delle persone a causa della qualità dell'aria; avrebbe creato una mobilità più accessibile perché sarebbe stato più economico andare dal punto A al punto B per tutti ed era una rivoluzione che stava anche aiutando a combattere il cambiamento climatico. Quindi si adattava davvero agli obiettivi e alla passione che ho. E per me, è diventato il mio obiettivo di vita avere successo in Formula E e vedere anche la Formula E avere successo".

Responsabilità collettiva

Per Di Grassi, il suo impegno nella campagna per le questioni ambientali deriva dall'etica e dal senso di moralità.

"Credo che dopo aver raggiunto i tuoi traguardi di base nella vita - il che significa che hai un posto dove vivere, abbastanza cibo, istruzione e salute - allora hai bisogno di creare queste basi per altre persone che non le hanno, cercare di migliorare la società e far progredire il genere umano. E per me, questo è usare la tecnologia e il know-how di ciò che facciamo nelle corse, per rendere il mondo un posto migliore".

Ottimismo per il futuro

Sono i miglioramenti nella tecnologia e nelle infrastrutture che hanno fatto sentire Di Grassi ottimista per il futuro, un esempio di ciò lo si vedrà in pista dalla stagione 9 del campionato, con la prossima generazione di auto di Formula E.

"Con l'auto Gen 3, il modo in cui si può vedere l'evoluzione della tecnologia è incredibile, ed è un modo di mostrare alla gente quanto si è sviluppata, creando delle emozioni. La monoposto Gen 3 ha più del doppio della potenza, è 100 chili più leggera e ha quattro ruote motrici. Questo già cambia completamente il gioco, l'auto sarà un mostro di potenza".

Per Di Grassi, gli stimolanti progetti di sostenibilità in corso in tutto il mondo, insieme al crescente successo di una serie di corse costruita sulla promozione della mobilità elettrica, sono fonte di speranza.

"L'unico modo per ottenere questi sviluppi è attraverso la tecnologia. Vedere le aziende coinvolte nella Formula E e nelle infrastrutture, come ABB, la tecnologia che è intorno ai veicoli, la ricarica, l'energia che alimenta i veicoli, la riciclabilità di alcuni componenti - tutto questo mi dà molta speranza. E sicuramente è attraverso la tecnologia che lasceremo un'eredità migliore e un mondo migliore per le generazioni future".

L'uscita di questo episodio di ABB Decoded arriva una settimana prima dell'inizio della stagione 8 dell'ABB FIA Formula E World Championship. Il campionato inizierà a Diriyah, in Arabia Saudita, il 28 e 29 gennaio, dove i piloti gareggeranno ancora una volta di notte su una pista illuminata con tecnologia LED a basso consumo, alimentata da energia completamente rinnovabile. Il circuito di Diriyah di 21 curve e 2,495 km costeggia le mura storiche della città, patrimonio mondiale dell'UNESCO, con un lungo rettilineo alla fine del giro che richiede molta energia alle auto, rendendolo una vera sfida di strategia.

ABB (ABBN: SIX Swiss Ex) è una società tecnologica leader a livello globale che infonde energia alla trasformazione della società e dell'industria per realizzare un futuro più produttivo e sostenibile. Coniugando il software con il suo portfolio nei campi dell’elettrificazione, della robotica, dell’automazione e del motion, ABB amplia i confini della tecnologia per portare le prestazioni a nuovi livelli. Con una storia di eccellenza iniziata oltre 130 anni fa, il successo di ABB è guidato da 105.000 dipendenti di talento in oltre 100 paesi.

Links

Contattaci

Downloads

Condividi questo articolo

Facebook LinkedIn Twitter WhatsApp