Women’s Empowerment Observatory: ABB tra i protagonisti del progetto presentato al Forum di Cernobbio

Oggi più che mai appare chiaro come l'empowerment delle donne sia un tema altamente trasversale, parte di una sfida più ampia che consiste nel costruire società inclusive e pienamente in grado di valorizzare le differenze. In questo senso, affrontare le disparità di genere richiede un approccio concertato e globale che coinvolga un'ampia gamma di attori e sostenitori, indipendentemente dal loro genere. Per offrire un contributo concreto, The European House - Ambrosetti ha lanciato un Osservatorio permanente e indipendente sull'empowerment femminile nei Paesi del G20 più la Spagna (inclusa come ospite permanente del G20) – e ABB ha deciso di partecipare attivamente all’Advisory Board di questo progetto.

“Partecipare attivamente all’Advisory Board del Women’s Empowerment Observatory rappresenta per ABB un segnale concreto del nostro impegno a collaborare con l’intero sistema degli stakeholder, pubblici e privati, per contribuire a un profondo cambiamento culturale sui temi dell’empowerment al femminile.” Afferma Gianluca Lilli, Business Commercial Leader e membro del Consiglio di Amministrazione di ABB SpA “Vediamo questo progetto come una solida piattaforma per un proficuo scambio che arricchisce tutti gli attori e, al tempo stesso, una guida all’evoluzione che vediamo indispensabile per una nuova competitività del Sistema Paese.

Individuare, misurare e monitorare le molte dimensioni legate alla valorizzazione delle competenze portate dall’universo femminile nel nostro sistema economico, rappresenta un passo fondamentale per disegnare nuove strategie che ci facciano superare gli stereotipi di genere, soprattutto in ambito sociale e culturale.

Nell’ambito della nostra strategia di sostenibilità 2030 i temi dell’inclusività e della leadership al femminile rappresentano un nodo cruciale, monitorato con sistematicità: i nostri obiettivi sono orientati a una crescente affermazione della presenza al femminile a tutti i livelli organizzativi, in un progetto che valorizza equamente i percorsi di carriera sulla base del talento e delle potenzialità. Entro il 2030 raddoppieremo il numero di donne nei ruoli di senior management fino al 25%: attualmente in Italia abbiamo il 16% di ruoli dirigenziali ricoperti da donne. In un contesto ad alta innovazione come quello in cui operiamo, cogliamo la sfida di ispirare le giovani donne a intraprendere studi STEM e a sviluppare la loro leadership e la loro imprenditorialità per facilitare il loro accesso a carriere appaganti in ambito tecnologico. Ad oggi in ABB Italia il 43% dei neolaureati assunti è di genere femminile: siamo avanti rispetto al nostro obiettivo di arrivare al 50% entro il 2030 e questo ci incoraggia a continuare su questo percorso.

Links

Contattaci

Downloads

Condividi questo articolo

Facebook LinkedIn Twitter WhatsApp