Soluzione ABB per il gruppo di continuità del nuovo data center media di RSI

Soluzione ABB per il gruppo di continuità del nuovo data center media di RSI

La Radiotelevisione Svizzera (RSI) sta concentrando le sue attività in un'unica sede, ampliando e convertendo a questo scopo il campus di Comano, vicino a Lugano. RSI si affida a un sistema di continuità con massima disponibilità di ABB per garantire l'affidabilità del nuovo centro dati multimediale.

Come consumatori di media, sperimentiamo la convergenza di televisione, radio e Internet sui nostri telefoni cellulari, tablet, computer portatili o smart TV. Sullo stesso dispositivo possiamo consumare la televisione lineare, ma anche flussi video e audio, podcast o notizie testuali.

RSI sta concentrando le sue attività in Comano

Questa convergenza si sta verificando anche nel mondo del lavoro dei professionisti dei media: la Radiotelevisione Svizzera - la filiale della SRG SSR per la Svizzera italiana - e i suoi 1000 dipendenti sono attualmente divisi tra due sedi: I tre programmi radiofonici sono prodotti a Lugano-Besso, dove ha sede anche l'amministrazione. A Comano, pochi chilometri a nord di Lugano, la RSI produce attualmente i suoi due programmi televisivi.

La sede di Comano sarà ampliata e trasformata in un campus multimediale in due fasi per concentrare tutte le attività della RSI in un unico luogo, aumentarne l'efficienza e ottimizzarle per il mondo dei media digitali con le sue diverse piattaforme.

Buona esperienza con i sistemi UPS di ABB

La cosa più importante per il futuro campus multimediale della RSI è il centro dati multimediale ad alte prestazioni che sta per essere costruito. Questo centro dati potrà, ad esempio, eseguire video ad alta risoluzione in tempo reale. I locali sono pronti, la fornitura di energia è pronta e ora inizia l'installazione dell'IT.

Renzo Salmina, Sales Engineer ABB, Stefano Paganini, CTO RSI, e Luca Mammoletti, Head of Power Supply and Telecommunications RSI, davanti ai tre UPS DPA 500 di Comano.
Renzo Salmina, Sales Engineer ABB, Stefano Paganini, CTO RSI, e Luca Mammoletti, Head of Power Supply and Telecommunications RSI, davanti ai tre UPS DPA 500 di Comano.

"Per garantire il funzionamento di questo elemento centrale del nostro media campus orientato al futuro, abbiamo scelto una soluzione di continuità di ABB", afferma Stefano Pagani, CTO di RSI. Uno dei fattori decisivi è stata l'esperienza positiva con i sistemi di continuità (UPS) di ABB, che RSI già utilizza.

Soluzione modulare con potenza di 1,5 MW

"Poiché il data centre è progettato per un'espansione flessibile, fin dall'inizio ci siamo concentrati su una soluzione modulare per l'UPS che potesse crescere con l'eventuale espansione", afferma Renzo Salmina, ingegnere di vendita responsabile di ABB Svizzera. "In questo modo lavoriamo a stretto contatto con il cliente finale e il fornitore di servizi per l'elettrificazione del campus, dalla progettazione del sistema ai servizi futuri quando il centro dati sarà in funzione". Poiché il data center nella sua forma attuale avrà un consumo massimo di 1,5 megawatt, Salmina ha proposto una soluzione con tre UPS modulari DPA 500 indipendenti. Ognuno di essi contiene cinque moduli UPS da 100 kW ad alta efficienza.

La disponibilità e l'affidabilità sono fondamentali per la protezione di questo importante centro dati multimediale. Ciò è garantito dall'architettura parallela decentralizzata (DPA) sviluppata da ABB. In questo concetto, ciascuno dei moduli plug-in contiene tutto l'hardware e il software necessari per il funzionamento completo del sistema. In questo modo si eliminano i "singoli punti di guasto" nella soluzione UPS.

Vantaggi delle batterie agli ioni di litio 

L'accumulatore di energia di Comano non è costituito da batterie al piombo, come era comune in passato per un UPS di questa classe di prestazioni, ma da batterie agli ioni di litio. "Dal nostro punto di vista, l'ingombro molto più ridotto, la maggiore durata, la stabilità del ciclo e la minore necessità di assistenza compensano ampiamente i maggiori costi di acquisto", afferma Luca Mammoletti, rresponsabile Power & TelcoRSI. Le batterie installate qui possono fornire al centro dati 1,5 MW di energia elettrica per dieci minuti. Durante questo periodo, i sistemi di back-up installati sono già da tempo in grado di entrare in funzione per garantire l'alimentazione per ore, se necessario.

Le batterie agli ioni di litio per l'alimentazione dell'UPS occupano molto meno spazio delle normali batterie al piombo.
Le batterie agli ioni di litio per l'alimentazione dell'UPS occupano molto meno spazio delle normali batterie al piombo.

"Durante la fase di installazione e messa in servizio, ho apprezzato la vicinanza e i brevi tempi di risposta di ABB e il fatto che possiamo scambiarci informazioni in italiano", afferma Luca Mammoletti. Questo è un vantaggio anche per i servizi futuri. ABB gestisce il suo centro di competenza globale per le soluzioni di continuità a Quartino, vicino a Bellinzona. Qui ad ABB Power Protection vengono sviluppate e prodotte soluzioni UPS e circa 200 persone sono impiegate nel sito.

L'efficienza energetica è un fattore importante

"Per noi era anche importante trovare la soluzione più efficiente possibile dal punto di vista energetico", aggiunge Stefano Pagani. A Comano si punta a un "Power Usage Effectiveness" (PUE) di 1:3. "L'efficiente DPA 500 ci aiuterà a raggiungere questo valore".

I rack installati nel centro dati multimediale sono attualmente in fase di allestimento con le necessarie tecnologie informatiche.
I rack installati nel centro dati multimediale sono attualmente in fase di allestimento con le necessarie tecnologie informatiche.

La messa in funzione completa del centro dati multimediale ticinese è prevista per la primavera del 2023. Sarà collegato agli altri centri dati multimediali ad alte prestazioni della SRG SSR nella Svizzera tedesca e francese.

Il più grande ordine di UPS in Ticino

Per ABB, questo è il più grande ordine fino ad oggi per una soluzione UPS in Ticino, il cantone di origine di ABB Power Protection. "L'opportunità di condividere la nostra esperienza e di fornire la comprovata affidabilità delle nostre soluzioni per questo progetto ci rende orgogliosi, soprattutto perché siamo stati in grado di fornire una soluzione svizzera su misura e tecnologicamente avanzata per la più importante azienda mediatica della Svizzera meridionale", conclude Renzo Salmina.

Links

Contattaci

Downloads

Condividi questo articolo

Facebook LinkedIn Twitter WhatsApp