Il nuovo Campus Universitario a Lugano-Viganello si affida ad ABB per  
la continuità della propria alimentazione elettrica

Il nuovo Campus Universitario a Lugano-Viganello si affida ad ABB per la continuità della propria alimentazione elettrica

Il nouvo Campus Est a Lugano-Viganello aprirà nella primavera del 2021. La nuova sede ospiterà la Facoltà di informatica e biomedicina dell’Università della Svizzera italiana (USI) e il Dipartimento tecnologie innovative della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI).

La fusione delle due istituzioni mira a migliorare ulteriormente le sinergie nel settore tecnologico e a promuovere sviluppi futuri. Nel campus si trova anche il nuovo polo ticinese per la promozione delle startup – USI Startup Center. Al campus lavoreranno circa 600 collaboratori e 1'000 studenti nella formazione di base e oltre 800 studenti all’anno nella formazione continua per l’anno accademico.

Centro di competenza internazionale per un quarto di secolo

A Quartino, a poche decine di chilometri dal Campus, si sviluppano da oltre 25 anni soluzioni per i gruppi di continuità (UPS). ABB ha investito molto nel sito ticinese negli ultimi anni e si posiziona come centro d’eccellenza a livello mondiale per lo sviluppo e la produzione di sistemi UPS.

Soluzione sostenibile, affidabile e flessibile

Il concetto di UPS modulare e flessibile di ABB ha convinto anche gli operatori del Campus. La sostenibilità era un criterio importante nella costruzione del campus e l’alta efficienza del sistema ABB riduce l’impatto ambientale.

Un’università moderna come il Campus a Lugano non poteva che utilizzare il meglio che il mercato degli UPS ha oggi da offrire. «Il collaudato concetto UPS modulare di ABB presente nel modello DPA 250 combina il meglio in termini di flessibilità, disponibilità, affidabilità e risparmio energetico», afferma Renzo Salmina, Regional Sales Manager di ABB Svizzera.

Con un’efficienza di doppia conversione del 97,4 percento, il DPA 250 offre risparmi energetici che a loro volta riducono i costi operativi e le emissioni di CO2, argomenti che hanno convinto le parti interessate a fare affidamento ad ABB per il loro gruppo di continuità per applicazioni critiche.

Links

Contattaci

Downloads

Condividi questo articolo

Facebook LinkedIn Twitter WhatsApp